Archivi categoria: Molecole inorganiche

Zinco

MOLECOLE INORGANICHE

Zinco


Lo zinco fa parte di oltre 200 complessi enzimatici ed è necessario per il corretto funzionamento di molti ormoni, inclusa l’insulina, l’ormone della crescita e gli ormoni sessuali. L’organismo ne contiene da 1,4 a 2,5 g, immagazzinati per lo più nei muscoli, nei globuli rossi e in quelli bianchi. Lo zinco è un componente fondamentale di molti enzimi implicati nel metabolismo energetico. Ha proprietà antiossidanti, favorisce il normale funzionamento della prostata e partecipa alla crescita e al differenziamento cellulare; stimola inoltre la rigenerazione dei tessuti. Per questo motivo è molto importante includere nella propria dieta alimenti ricchi di zinco. Secondo il regolamento 432/2012 UE, lo zinco contribuisce al normale metabolismo acido-base, a quello dei carboidrati e contribuisce alla normale funzione cognitiva, visiva e del sistema immunitario.
Risulta importante anche a livello di fertilità e riproduzione, nella normale sintesi del DNA e nel giusto metabolismo di macronutrienti, acidi grassi, vitamina A, sintesi proteica.
È importante per mantenere in buone condizioni ossa, pelle e capelli, interviene anche nel controllo del livello di testosterone nel sangue, nella protezione delle cellule dallo stress ossidativo e nel processo di divisione cellulare.


Prodotti correlati


Sodio selenito

MOLECOLE INORGANICHE

Sodio selenito


L’acido selenioso è aggiunto a scopi nutrizionali quale fonte di selenio negli integratori. L’acido selenioso è la forma acida del selenito di sodio. Il selenio è un oligoelemento essenziale, importante costituente della glutatione perossidasi. Sulla base di studi condotti sugli esseri umani, l’assorbimento del selenito in seguito a somministrazione orale è nell’ordine del 40-70% di una dose orale. La biodisponibilità del selenito è molto simile a quella del selenato, come mostrano i livelli plasmatici di selenio e i livelli di selenoproteine in studi animali e sull’uomo, ma inferiore a quella di forme organiche di selenio.
Il comitato scientifico dell’alimentazione umana (SCF) ha stabilito per il selenio un livello di assunzione massimo tollerabile (di seguito indicato come livello massimo, UL), pari a 300 μg/die negli adulti. Il selenio è un elemento naturale della dieta: la sua assunzione media nella popolazione adulta europea varia da 24 a 89 μg/die; l’esposizione alimentare elevata è pari a 108 μg di selenio/die. Se si considerano le assunzioni di selenio nell’alimentazione, l’uso addizionale di acido selenioso quale integratore alimentare potrebbe comportare, in previsione, un apporto totale giornaliero di selenio compreso tra 124 e 189 μg di selenio/die in un soggetto adulto al livello medio di esposizione alimentare, ed un’esposizione elevata prevista di 208 μg selenio/die, sulla base dell’apporto massimo di 100 μg di selenio/die derivante dall’uso dell’integratore alimentare. Tale assunzione è inferiore al livello UL per il selenio pari a 300 μg/die stabilito nel 2000 dall’SCF per gli adulti. I livelli di uso del selenio in forma di acido selenioso UL definiti dall’SCF per il selenio nei bambini tra i 4 e i 17 anni di età, a seconda del peso corporeo, sono compresi tra 90 e 250 μg/die.
Il massimo livello di uso proposto per 100 μg di selenio/die dell’ acido selenioso è pure al di sopra del livelli UL di 60 μg selenio/die definiti dall’SCF per bambini con un’età compresa tra 1 e 3 anni. I livelli UL di 200 μg di selenio/die per i bambini di età compresa tra 11 e 14 anni, e di 250 μg di selenio/die per ragazzi tra 15 e 17 anni di età. Il gruppo di esperti scientifici ha evidenziato che tali stime includono valori di assunzione più elevati provenienti da alimenti ricchi di selenio o in cui il selenio deriva dall’aggiunta dello stesso ai fertilizzanti (come avviene ad esempio in Finlandia) o ai mangimi. Sulla base di tali considerazioni, il gruppo di esperti scientifici conclude che l’uso di acido selenioso quale fonte di selenio negli integratori alimentari ai livelli di uso proposti non costituisce motivo di preoccupazione per la salute, a condizione che l’esposizione al selenio derivante dall’alimentazione, unita all’uso negli integratori alimentari, non superi i livelli UL per il selenio definiti dall’SCF per adulti o bambini.


Prodotti correlati


Selenio

MOLECOLE INORGANICHE

Selenio


Il Selenio è un antiossidante che combina la sua azione con quella della Vitamina E nella prevenzione dei danni dei radicali liberi a livello delle membrane cellulari.
Agisce anche in sinergia con la Vitamina C e il betacarotene. Gioca un ruolo importante nella crescita e nello sviluppo.
Alcuni autori attribuiscono al Selenio la capacità di aumentare la fertilità e di avere un effetto afrodisiaco.


Prodotti correlati


Rame gluconato

MOLECOLE INORGANICHE

Rame gluconato


Composto inorganico, interviene nella formazione dell’emoglobina, partecipa alla formazione dei globuli rossi, nei quali è presente in microscopica quantità. Ha proprietà antinfettive e antinfiammatorie, favorisce il benessere delle ossa, dei muscoli, dei tendini e dei capelli è essenziale per il metabolismo delle proteine e nella produzione di energia. Attiva l’enzima SOD, è essenziale come antiossidante, previene alcune malattie cardiovascolari, è utile nell’artrite e ha anche proprietà anticancerogene.


Prodotti correlati


Rame

MOLECOLE INORGANICHE

Rame


Il rame, anche se presente in tracce, è un metallo essenziale per la crescita e lo sviluppo del corpo umano. Gioca un ruolo importante all’interno del metabolismo: dalla normale attività del cervello, del sistema nervoso e di quello cardiovascolare, al trasporto del ferro e alla protezione delle cellule contro l’ossidazione. È utile anche per rafforzare le ossa e assicurare il funzionamento del sistema immunitario. È richiesto per la formazione e il mantenimento della mielina, lo strato protettivo che copre i neuroni; enzimi a base di rame intervengono nella sintesi dei neurotrasmettitori. Il rame attraverso la superossido dismutasi, combatte l’ossidazione cellulare, è importante per la pelle e lo scheletro, è coinvolto nella funzionalità del sistema immunitario. Secondo il regolamento 432/2012 UE, il rame contribuisce al mantenimento dei tessuti connettivi. Mantiene nella normalità il metabolismo energetico, il funzionamento del sistema nervoso, la pigmentazione di pelle e capelli, il trasporto del ferro nell’organismo e la funzione del sistema immunitario.


Prodotti correlati


Potassio

MOLECOLE INORGANICHE

Potassio


Nell’organismo, il potassio esiste sotto forma di ione positivo (catione), K+ ed è lo ione inorganico più abbondante all’interno delle cellule, dove viene trasportato mediante meccanismi che richiedono un apporto di energia. È presente in alte concentrazioni anche nel succo gastrico. Molti antibiotici, come ad esempio quelli prodotti dal Bacillus brevis, attaccano le cellule batteriche aprendo su di esse canali di scambio attraverso i quali gli ioni Na+ e K+ possono attraversare la membrana cellulare, alterando il potenziale elettrico della membrana stessa.

La concentrazione di ioni K+ nel sangue è regolata in maniera da avere fluttuazioni minime, dato che concentrazioni troppo alte (iperkaliemia) o troppo basse (ipokaliemia) possono avere ripercussioni gravi sul cuore e sui nervi.

Nel plasma sanguigno la concentrazione degli ioni K+ è generalmente compresa tra 0,0035 e 0,005 M; all’interno delle cellule è invece circa 0,1 M. Negli esami del sangue della medicina di laboratorio questa misura viene effettuata sul siero sanguigno, con le stesse tecniche degli altri elettroliti.


Prodotti correlati


Manganese

MOLECOLE INORGANICHE

Manganese


Il manganese è un metallo e un oligonutriente per tutte le forme di vita. Molte classi di enzimi contengono uno o più atomi di manganese come cofattori: si tratta delle ossidoriduttasi, transferasi, idrolasi, liasi, isomerasi, ligasi, lectine e integrine. I polipeptidi più famosi che contengono manganese sono l’arginasi e la superossido dismutasi. Il suo fabbisogno è di 5 mg al giorno. Svolge attività antiossidante, difendendo le cellule dai danni provocati dai radicali liberi. È necessario per un corretto sviluppo osseo e cartilagineo. Interviene nel metabolismo di grassi e zuccheri (agisce in sinergia con zinco e vitamina B6). Facilita la coagulazione del sangue agendo in collaborazione con la vitamina K. Interviene, con altri fattori, per mantenere la corretta funzionalità di nervi e muscoli.


Prodotti correlati


Magnesio

MOLECOLE INORGANICHE

Magnesio


È il quarto catione più abbondante nel corpo umano, di cui il 50-60% è nello scheletro, mentre il resto è distribuito tra tessuto muscolare e tessuti molli. Viene escreto con le urine. Si trova in legumi, cereali, noci, vegetali a foglie larghe, cocco, farina di soia e acqua minerale. Gioca un ruolo essenziale nel corpo umano, specie nelle reazioni enzimatiche. È implicato:
• nella conduzione nervosa
• nella regolazione del tono vascolare
• nell’attività muscolare
• nella sintesi di aminoacidi e proteine
• nella sintesi e degradazione del DNA
• nella funzione immunitaria
• come naturale antagonista del calcio


Prodotti correlati